ECM

I corsi ECM sono l’elemento base del processo di aggiornamento e formazione continua dei medici e dei professionisti della salute in genere

I corsi ECM sono l’elemento base del processo di aggiornamento e formazione continua dei medici e dei professionisti della salute in genere attraverso i quali si affinano costantemente le capacità di rispondere alle esigenze fisiche, psichiche e morali dei pazienti e si soddisfano i requisiti richiesti dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN).
L’Educazione Continua in Medicina, ed in particolare per chi pratica specialità in odontoiatria, comprende l’acquisizione di nuove conoscenze, di nuove abilità e di attitudini sempre più utili a una pratica competente ed esperta.
I professionisti sanitari hanno l'obbligo deontologico di mettere in pratica le nuove conoscenze e competenze per offrire una assistenza qualitativamente sempre migliore e per prendersi cura dei propri pazienti con competenze sempre aggiornate e libere da conflitti di interesse.
L’avvio del Programma nazionale di ECM nel 2002, in base al DLgs 502/1992 integrato dal DLgs 229/1999 che aveva istituito l’obbligo della formazione continua per i professionisti della sanità, ha rappresentato un forte messaggio nel mondo della sanità. La nuova fase dell’ECM contiene molte novità e si presenta quale strumento per progettare un moderno approccio allo sviluppo e al monitoraggio delle competenze individuali.
Dal 1 gennaio 2008, con l’entrata in vigore della Legge 24 dicembre 2007, n. 244, la gestione amministrativa del programma di ECM e il supporto alla Commissione Nazionale per la Formazione Continua, fino ad oggi competenze del Ministero della salute, sono stati trasferiti all’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (AGENAS).
L’Accordo Stato Regioni del 1° agosto 2007 che ha definito il Riordino del Programma di Formazione Continua in Medicina e ha stabilito la nuova organizzazione e le nuove regole per la Governance del sistema Ecm del triennio 2008-2010, ha individuato infatti nell’Agenzia la "casa comune" a livello nazionale, in cui collocare la Commissione nazionale e gli organismi che la corredano.

Informazioni ai professionisti sanitari Il sistema di Educazione Continua in Medicina (ECM)

Il sistema ECM è lo strumento per garantire la formazione continua finalizzata a migliorare le competenze e le abilità cliniche, tecniche e manageriali e a supportare i comportamenti dei professionisti sanitari, con l'obiettivo di assicurare efficacia, appropriatezza, sicurezza ed efficienza all'assistenza prestata dal Servizio Sanitario Nazionale in favore dei cittadini.
Destinatari della Formazione Continua devono essere tutti i professionisti sanitari che direttamente operano nell'ambito della tutela della salute individuale e collettiva. Il sistema ECM riguarda anche i liberi professionisti, che possono trovare in esso un metodo di formazione continua e uno strumento di attestazione della propria costante riqualificazione professionale.

Chi sono i professionisti interessati all’ECM?

L’ ECM interessa tutte le figure del ruolo sanitario, ossia: Medico chirurgo - Veterinario - Odontoiatra - Farmacista - Biologo - Chimico - Fisico – Psicologo Assistente sanitario - Dietista - Educatore professionale - Fisioterapista - Igienista dentale - Infermiere - Infermiere pediatrico - Logopedista - Ortottista/Assistente di oftalmologia - Ostetrica/o - Podologo Tecnico della riabilitazione psichiatrica - Tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare - Tecnico audiometrista - Tecnico audioprotesista - Tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro - Tecnico di neurofisiopatologia - Tecnico ortopedico - Tecnico sanitario di laboratorio biomedico - Tecnico sanitario di radiologia medica - Terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva - Terapista occupazionale - Ottico Odontotecnico

E i liberi professionisti?

Il programma ECM è obbligatorio per tutti gli operatori sanitari, dipendenti, convenzionati o liberi professionisti, come previsto dagli articoli 16-bis e 16-ter del decreto legislativo 502.

La Formazione continua è infatti un requisito essenziale per il il mantenimento nel tempo dell’abilitazione all’esercizio professionale di ciascun operatore sanitario e dunque è necessariamente obbligatoria per tutti i professionisti. La verifica periodica dell’abilitazione professionale, ossia la verifica del mantenimento di adeguati livelli di conoscenze professionali e del miglioramento delle competenze proprie del profilo di appartenenza, è possibile attraverso vari strumenti e l’ECM è, allo stato, l’unico strumento preordinato all’aggiornamento professionale e alla formazione permanente per tutti i professionisti della salute che consente la verifica periodica del mantenimento dell’abilitazione professionale.