ECM
I corsi ECM sono l’elemento base del processo di aggiornamento e formazione continua dei medici e dei professionisti della salute in genere, attraverso i quali si affinano costantemente le capacità di rispondere alle esigenze fisiche, psichiche e morali dei pazienti e si soddisfano i requisiti richiesti dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN).
L’Educazione Continua in Medicina, ed in particolare per chi pratica specialità in odontoiatria, comprende l’acquisizione di nuove conoscenze, di nuove abilità e di attitudini sempre più utili a una pratica competente ed esperta.
I professionisti sanitari hanno l'obbligo deontologico di mettere in pratica le nuove conoscenze e competenze per offrire una assistenza qualitativamente sempre migliore e per prendersi cura dei propri pazienti con competenze sempre aggiornate e libere da conflitti di interesse.
L’avvio del Programma nazionale di ECM nel 2002, in base al DLgs 502/1992 integrato dal DLgs 229/1999 che aveva istituito l’obbligo della formazione continua per i professionisti della sanità, ha rappresentato un forte messaggio nel mondo della sanità. La nuova fase dell’ECM contiene molte novità e si presenta quale strumento per progettare un moderno approccio allo sviluppo e al monitoraggio delle competenze individuali.
Dal 1 gennaio 2008, con l’entrata in vigore della Legge 24 dicembre 2007, n. 244, la gestione amministrativa del programma di ECM e il supporto alla Commissione Nazionale per la Formazione Continua, fino ad oggi competenze del Ministero della salute, sono stati trasferiti all’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (AGENAS).
L’Accordo Stato Regioni del 1° agosto 2007 che ha definito il Riordino del Programma di Formazione Continua in Medicina e ha stabilito la nuova organizzazione e le nuove regole per la Governance del sistema Ecm del triennio 2008-2010, ha individuato infatti nell’Agenzia la "casa comune" a livello nazionale, in cui collocare la Commissione nazionale e gli organismi che la corredano.

Informazioni ai professionisti sanitari Il sistema di Educazione Continua in Medicina (ECM)
Il sistema ECM è lo strumento per garantire la formazione continua finalizzata a migliorare le competenze e le abilità cliniche, tecniche e manageriali e a supportare i comportamenti dei professionisti sanitari, con l'obiettivo di assicurare efficacia, appropriatezza, sicurezza ed efficienza all'assistenza prestata dal Servizio Sanitario Nazionale in favore dei cittadini.
Destinatari della Formazione Continua devono essere tutti i professionisti sanitari che direttamente operano nell'ambito della tutela della salute individuale e collettiva. Il sistema ECM riguarda anche i liberi professionisti, che possono trovare in esso un metodo di formazione continua e uno strumento di attestazione della propria costante riqualificazione professionale.

I Crediti Formativi
Il programma ECM prevede l'attribuzione di un numero determinato di crediti formativi per ogni area specialistica medica e per tutte le professioni sanitarie. La Commissione ha ritenuto opportuno prevedere una progressione nel numero di crediti acquisibili annualmente, istituendo un programma definito per i cinque anni a partire dal 2002 fino al 2006, in cui dovevano essere conseguiti progressivamente fino ad un totale di 150 crediti formativi così ripartiti: 10 crediti entro il 2002, 20 crediti entro il 2004, 30 crediti per ogni anno successivo fino al 2007.
In data 1° agosto 2007 è stato siglato l'accordo Stato–Regioni concernente il Riordino del Sistema di Formazione Continua in Medicina. Nell'accordo veniva stabilito che ogni professionista sanitario dovesse acquisire 150 crediti formativi nel triennio 2008-2010. In particolare, dei 150 crediti formativi del triennio 2008-2010, almeno 90 avrebbero dovuto essere "nuovi" crediti, mentre fino a 60 potevano derivare dal riconoscimento di crediti formativi acquisiti negli anni della sperimentazione a partire dall'anno 2004 fino all'anno 2007
Con l’Accordo Stato–Regioni concernente "Il nuovo sistema di formazione continua in medicina" del 5 novembre 2009 è stato stabilito che "La quantità di crediti ECM che ogni professionista della sanità deve acquisire per il periodo 2008-2010 è di 150 crediti ECM sulla base di 50 (minimo 25, massimo 75) ogni anno. Per questo triennio possono essere considerati, nel calcolo dei 150 crediti, anche 60 crediti già acquisiti negli anni precedenti.
Successivamente, con l'Accordo Stato-Regioni siglato il 19 aprile 2012 si è stabilito che "In considerazione del contesto generale e ritenendo comunque opportuno confermare il debito complessivo dei crediti a 150 per il triennio 2011-2013 (50 crediti annui, minimo 25 massimo 75) si prevede la possibilità per tutti i professionisti sanitari di riportare dal triennio precedente (2008-2010) fino a 45 crediti. Per quanto riguarda i professionisti sanitari operanti nel territorio abruzzese colpito dal terremoto del 2009, in base alla determina della Commissione nazionale per la formazione continua, il debito formativo per il 2011 è di 30 crediti di cui obbligatori 15."

Anche nel triennio 2014-2016 i crediti da maturare sono 150, nella misura di 50 crediti/anno (minimo 25 e massimo 75); ancora una volta sono previste agevolazioni per coloro che hanno maturato i crediti negli anni precedenti (vedi tabella sotto riportata)

Crediti acquisiti nel
 triennio 2011-2013   Fabbisogno triennale
 2014-2016

 Fabbisogno annuale
 2014-2016

 Da 101 a 150  105 Da 17.5 a 52.5 
Da 51 a 100   120  Da 20 a 60
Da 30 a 50  135  Da 22.5 a 67.5 
 

Chi sono i professionisti interessati all’ECM?

L’ ECM interessa tutte le figure del ruolo sanitario, ossia: Medico chirurgo - Veterinario - Odontoiatra - Farmacista - Biologo - Chimico - Fisico – Psicologo Assistente sanitario - Dietista - Educatore professionale - Fisioterapista - Igienista dentale - Infermiere - Infermiere pediatrico - Logopedista - Ortottista/Assistente di oftalmologia - Ostetrica/o - Podologo Tecnico della riabilitazione psichiatrica - Tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare - Tecnico audiometrista - Tecnico audioprotesista - Tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro - Tecnico di neurofisiopatologia - Tecnico ortopedico - Tecnico sanitario di laboratorio biomedico - Tecnico sanitario di radiologia medica - Terapista della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva - Terapista occupazionale - Ottico Odontotecnico

E i liberi professionisti?
Il programma ECM è obbligatorio per tutti gli operatori sanitari, dipendenti, convenzionati o liberi professionisti, come previsto dagli articoli 16-bis e 16-ter del decreto legislativo 502.

La Formazione continua è infatti un requisito essenziale per il il mantenimento nel tempo dell’abilitazione all’esercizio professionale di ciascun operatore sanitario e dunque è necessariamente obbligatoria per tutti i professionisti. La verifica periodica dell’abilitazione professionale, ossia la verifica del mantenimento di adeguati livelli di conoscenze professionali e del miglioramento delle competenze proprie del profilo di appartenenza, è possibile attraverso vari strumenti e l’ECM è, allo stato, l’unico strumento preordinato all’aggiornamento professionale e alla formazione permanente per tutti i professionisti della salute che consente la verifica periodica del mantenimento dell’abilitazione professionale.

CERTIFICATI ECM

 



PiErre Service

Provider Accreditato Standard dal Ministero della Salute (Rif.Min. 1661) gestisce tutte le pratiche necessarie all'accreditamento di eventi formativi residenziali e F.A.D. (formazione a distanza) in campo medico.

PiErre Service Srl
Via della Chiesa XXIX, 477
San Pietro a Vico - Lucca (LU)

Tel 0583 952923
Fax 0583 999624
Per info: info@pierreservice.it
Segreteria: segreteria@pierreservice.it
Amministrazione: amministrazione@pierreservice.it

Iscriviti alla nostra newsletter